LE DUE ONDE-testo facilitato per gli alunni di origine non italiana

In mezzo al mare vivevano un’onda grande, Ondona, e un’onda piccola, Ondina.

Ondina era allegra e gentile e giocava con tutti. Ondona, invece, era impetuosa (che si muove con velocità, travolgendo cose e persone) e violente; a volte faceva affondare ( mandare a fondo)persino le barche. Un giorno Ondona disse a Ondina:

-Guardami, vado a dare a quegli scogli il colpo più grosso che abbiamo mai ricevuto. Si gonfiò tutta e si precipitò sugli scogli, ma salì troppo in alto e cadde in un buco dietro di loro. Invano(senza risultato, senza effetto) tentò(cercò) di tornare nel grande mare.

Disperata(stato d’animo di chi ha perso ogni speranza e vive nell’angoscia), chiese aiuto a un’anatra selvatica, ma questa le rispose:

anatra selvatica

-No! Tu fracassi(fare a pezzi con violenza e rumore) tutto, affondi(andare sotto) le navi, cerchi di buttare giù gli scogli…

Ondina cominciò a piangere e pregò l’anatra di aiutarla a ritornare insieme alla sua amica Ondona. L’anatra l’accontentò(rendere contenta) e scavò( fare una buca nel terreno) con la zampa un piccolo canale che conduceva dietro gli scogli.

Ondina si precipitò(cadde dall’alto) dentro e le due amiche diventarono un grazioso laghetto d’acqua salata.

laghetto 3

D. Bisset, Storie per domani, Armando

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...