Che cos’è la storia?

“Che cos’è la storia? La storia sono i giochi di ieri, i ricordi leggeri lasciati sui sentieri.” Roberto Piumini

giochi-di-ieri

Competenze chiave per l’apprendimento permanente parlamento-europeo

La competenza in campo scientifico si riferisce alla capacità e alla disponibilità a usare l’insieme delle conoscenze e delle metodologie possedute per spiegare il mondo che ci circonda sapendo identificare le problematiche e traendo le conclusioni che siano basate su fatti comprovati.

Le competenze sociali e civiche includono competenze personali, interpersonali e interculturali e riguardano tutte le forme di comportamento che consentono alle persone di partecipare in modo efficace e costruttivo alla vita sociale e lavorativa, in particolare alla vita in società sempre più diversificate, come anche a risol- vere i conflitti ove ciò sia necessario. La competenza civica dota le persone degli strumenti per partecipare appieno alla vita civile grazie alla conoscenza dei concetti e delle strutture sociopolitici e all’impegno a una partecipazione attiva e democratica.

Profilo dello studente

Si orienta nello spazio e nel tempo dando espressione a curiosità e ricerca di senso; osserva ed interpreta ambienti, fatti, fenomeni e produzioni artistiche.

Possiede un patrimonio di conoscenze e nozioni di base ed è allo stesso tempo capace di ricercare e di procurarsi velocemente nuove informazioni ed impegnarsi in nuovi apprendimenti anche in modo autonomo.

Traguardi per lo sviluppo di competenze

L’alunno riconosce elementi significativi del passato del suo ambiente di vita.

Obiettivi di apprendimento

Individuare le tracce e usarle come fonti per produrre conoscenze sul proprio passato, della generazione degli adulti e della comunità di appartenenza.

Ricavare da fonti di tipo diverso informazioni e conoscenze su aspetti del passato.

Strategie didattiche

“I libri, le attività laboratoriali, in classe e fuori della classe, e l’utilizzazione dei molti media oggi disponibili, ampliano, strutturano e consolidano questa dimensione di apprendimento.” Indicazioni Nazionali 2012

Svolgimento: brainstorming per partire dalle conoscenze degli alunni

storia

Motivare allo studio della storia


Le copertine personalizzate

fullsizerender-24copertine-2copertine-3copertina-1fullsizerender-23fullsizerender-22fullsizerender-20

Cos’è la storia?

La storia è il racconto dei fatti accaduti nel passato nelle diverse parti del mondo. Questo racconto segue un ordine cronologico.

fullsizerender-22

…………………………………………………………………………………………………………………

Lavoro sulle parole

Ordine cronologico-ordine temporale

Illustra in ordine cronologico i tre momenti della giornata: mi vesto, faccio colazione, vado a scuola.

………………………………………………………………………………………………………………….

La storia riunisce tutti i fatti accaduti nel passato, da quando l’uomo è comparso sulla Terra fino ai nostri giorni.

Tuttavia, quando noi studiamo la storia ci limitiamo a ricordare solo i fatti più importanti, cioè solamente quei fatti che hanno avuto maggiori conseguenze sulle generazioni future.

La storia racconta fatti accaduti che qualcuno ha visto, descritto, vissuto. Gli storici ci fanno conoscere la storia dei popoli antichi.

  Studiamo

sToria

  Ordinando in modo

cRonologico

  I fatti

 Avvenuti nel passato

A cosa serve studiare la Storia?

Le conoscenze del passato offrono metodi e saperi utili per comprendere e interpretare il presente.” Indicazioni Nazionali 2012

Le domande a cui risponde la storia

Chi ha abitato la terra prima di noi? Come vivevano queste persone?

Come si nutrivano, come si procuravano del cibo, che lavori svolgevano?

Quali erano le loro abitudini, come organizzavano la vita di gruppo, quali norme regolavano la loro vita pubblica?

Quale era la loro religione, quali le loro forme di arte?

Quali sono stati i fatti più importanti che sono accaduti nel passato, prima di noi?

Come studiamo la Storia?

Prima di cominciare a studiare la Storia, devi conoscere gli “strumenti” che ti aiutano a capire che cosa è accaduto nel passato, per esempio dovrai conoscere e studiare le fonti.

Quali sono gli strumenti per conoscere la Storia?
Che cosa usano gli storici per capire i fatti accaduti nel passato?

●  Le linee del tempo;

●  le carte geo-storiche (le carte geografiche con disegnati i luoghi nel passato);

le fonti.

Lavoro sulle parole

Fonte vuol dire fontana, sorgente. Ma in Storia ha anche un altro significato: fonte vuol dire documento che dà notizie sui fatti del passato.

Ricostruire vuol dire costruire di nuovo, rifare. Per esempio: ricostruire una casa.

Sai “ricostruire” quanti anni di scuola hai fatto (conta anche la scuola materna, se l’hai fatta)? Hai fatto questi anni tutti nella stessa scuola o in scuole diverse?

Storia scolastica della classe 3 A

chi Scuola materna dove scuola primaria dove

Fonti: interviste ai genitori, nonni-fonti orali

Pagelle-fonti scritte

Tutte le persone e tutte le cose hanno un passato, quindi una storia.

 

Chi sono gli storici?

Gli storici sono studiosi particolari che cercano e riconoscono le tracce o i segni che il passato lascia. Queste tracce e questi segni si chiamano documenti o fonti storiche. Per ricostruire la storia, lo storico collabora con altri studiosi: l’archeologo, il paleontologo, il geologo.file_001-46file_000-108

Lavoro sulle parole

traccia-segno, indizio di un fatto avvenuto.

reperto-oggetto trovato nel corso di un’indagine.

Rispondendo oralmente al questionario preparati a ripetere la lezione.

Questionario

  • Che cos’è la storia?
  • A cosa serve la storia?
  • Cosa racconta la storia?
  • Chi sono gli storici?
  • Cosa sono e a cosa servono le tracce o i segni che il passato ci lascia

Le fonti

  • Fonti scritte

Sono i libri, i giornali, le lettere, le scritte incise sui monumenti…

  • Fonti orali

Sono i racconti delle persone che hanno vissuto i fatti che raccontano; sono fonti orali, per esempio, i racconti dei nonni oppure le interviste registrate.

  • Fonti materiali

Anche gli oggetti possono essere una fonte: se guardiamo i vestiti, le armi, le abitazioni, i monumenti delle persone vissute nel passato, possiamo capire come vivevano nell’antichità.

  • Fonti visive

I quadri, i dipinti sui muri, le fotografie, i documentari storici sono fonti visive, raccontano le storie del passato con le immagini.

Lavoro sulle parole

Orale: vuol dire “a voce”, deriva da un’antica parola che vuol dire “bocca”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...