LE PRIME FORME DI VITA, classe terza

Classe : terza

Disciplina: Storia

Traguardi per lo sviluppo di competenzetraguardi

L’alunno riconosce elementi significativi del passato del suo ambiente di vita.

 

Obiettivi di apprendimento obiettivo

Riconoscere relazioni di successione e di contemporaneità, durate, periodi, cicli temporali, mutamenti, in fenomeni ed esperienze vissute e narrate.

Organizzare le conoscenze acquisite in semplici schemi temporali.

Individuare analogie e differenze attraverso il confronto tra quadri storico-sociali diversi, lontani nello spazio e nel tempo.

Collegamenti disciplinari

Scienze scienza

L’alunno sviluppa atteggiamenti di curiosità e modi di guardare il mondo che lo stimolano a cercare spiegazioni di quello che vede succedere.

Riconosce le principali caratteristiche e i modi di vivere di organismi animali e vegetali.

 

Italianoitaliano

Utilizza abilità funzionali allo studio: individua nei testi scritti informazioni utili per l’apprendimento di un argomento dato e le mette in relazione; le sintetizza, in funzione anche dell’esposizione orale; acquisisce un primo nucleo di terminologia specifica.

 

Geografiageografia

Localizzare le regioni fisiche principali e i grandi caratteri dei diversi continenti e degli oceani.

Artearte-immagine

L’alunno utilizza le conoscenze e le abilità relative al linguaggio visivo per produrre varie tipologie di testi visivi (espressivi, narrativi, rappresentativi e comunicativi) e rielaborare in modo creativo le immagini con molteplici tecniche, materiali e strumenti (grafico-espressivi, pittorici e plastici, ma anche audiovisivi e multimediali).

 

Strategie didattichestrategie

visione dei video e immagini, uso della LIM, lavoro a gruppi

Svolgimento

Abbiamo visto come l’universo si sia formato con un processo lungo e lento. Lo stesso processo evolutivo, lento e lungo, è avvenuto anche per le forme di vita sulla terra.

Al momento della formazione l’ambiente terrestre era del tutto incompatibile con la vita. Fu solo quando il vapore acqueo si condensò in acqua, e quando la temperatura ambientale scese a livelli paragonabili a quelle attuali, che nacquero le prime forme di vita.
Grazie agli studi di paleontologi e geologi si sono potute ricostruire le grandi tappe dell’evoluzione della vita sulla terra.

Le prime forme di vita comparvero nell’acqua dei mari e degli oceani: si trattava di piccoli essere viventi unicellulari, cioè formati da una sola cellula.i batteri.png

Già 3,5 miliardi di anni fa ha inizio la fotosintesi clorofilliana: grazie ad essa,  l’atmosfera del pianeta si arricchirà sempre più di ossigeno, dando la spinta definitiva alla successiva evoluzione della vita sulla Terra.

Infine, circa 700 milioni di anni fa appaiono i primi organismi pluricellulari. Si trattava di alghe, spugne, stelle marine e meduse. Erano tutti essere viventi invertebrati, cioè senza scheletro.

le-alghe
In seguito, sempre sui fondali marini, si svilupparono i primi organismi vertebrati, dotati di scheletro: i pesci.

i pesci.png

La vita sulla terraferma apparve solo successivamente: nacquero muschi e felci e alcuni anfibi abbandonarono l’acqua per vivere sui continenti.anfibi

Successivamente la Terra si popolò di dinosauri, di uccelli e di mammiferi.

dinosauri.png

L’ultimo a fare la comparsa sulla Terra fu proprio l’uomo. I paleontologi hanno potuto ricostruire le varie tappe della vita sulla Terra grazie al ritrovamento dei fossili.

evoluzione-delluomo

fullsizerender-34IMG_3165.JPGIMG_3180.JPGIMG_3168.JPGFullSizeRender 34.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...