Paesaggi antropici: la città, classe terza


DISCIPLINA: GEOGRAFIA

CLASSE: TERZA

Traguardo per lo sviluppo di competenzetraguardi

Coglie nei paesaggi mondiali della storia le progressive trasformazioni operate dall’uomo sul paesaggio naturale.

Si rende conto che lo spazio geografico è un sistema territoriale, costituito da elementi fisici e antropici legati da rapporti di connessione e/o interdipendenza.

Obiettivi di apprendimentoobiettivo

  • Comprendere che il territorio è uno spazio organizzato e modificato dalle attività umane.
  • Riconoscere, nel proprio ambiente di vita, le funzioni dei vari spazi e le loro connessioni, gli interventi positivi e negativi dell’uomo e progettare soluzioni, esercitando la cittadinanza attiva.

La geografia è la scienza che studia, descrive e rappresenta il territorio e le trasformazioni che esso ha avuto nel corso del tempo.

Sulla Terra ci possono essere paesaggi naturali e paesaggi antropici. I paesaggi naturali sono formati soltanto da elementi naturali: il terreno, la flora (piante che crescono spontaneamente), la fauna (gli animali selvatici).

I paesaggi sono antropici quando l’uomo modifica il paesaggio naturale per adattarlo le proprie esigenze:
abbatte gli alberi per ricavare la terra per le coltivazioni, scava canali per portare l’acqua nei campi, costruisce città, case, strade, gallerie.
In questo modo i paesaggi naturali vengono trasformati in paesaggi antropici.

Elementi naturali di un paesaggio sono:

  • l’aria, l’atmosfera e le condizioni climatiche;
  • l’acqua, che forma i mari, i fiumi, i laghi, i torrenti;
  • i rilievi;
  • la vegetazione;
  • il suolo e il sottosuolo nella varietà dei suoi componenti: roccia, terra, ghiaia, sabbia, minerali

Elementi antropici sono

  • L’agricoltura insieme ai fabbricati agricoli;
  • Il disboscamento che hanno modificato la presenza di varie specie vegetali;
  • Le opere di arginatura, di irrigazione e di bonifica, che hanno modificato il regime delle acque, trasformando l’habitat naturale;
  • Le vie di comunicazione, le infrastrutture (strade, ponti, vie, ferrovie, aeroporti, porti);
  • I centri abitati con costruzioni di ogni tipo, case, chiese, centri commerciali insieme agli elementi architettonici e decorativi;
  • Le industrie insieme ai fabbricati  industriali;grandi infrastrutture utilizzati per la produzione e il trasporto dei prodotti e delle risorse: oleodotti, elettrodotti, dighe.

Gli elementi antropici sono degli elementi artificiali. Infatti la parola antropico viene dal termine greco antropos che significa uomo.

Alcuni paesaggi sono completamente artificiali, come il paesaggio urbano (lat. urbs-città) o quello industriale, altri conservano molti elementi naturali come il paesaggio agrario.

E’ importante trovare un giusto equilibrio tra la conservazione del paesaggio e lo sviluppo del territorio facendo appello ad uno “sviluppo ecosostenibile”, che tenga conto dello sviluppo e nello stesso tempo sia compatibile con la sua conservazione.

Cos’è la città?

IMG_4396

La città è uno spazio completamente artificiale in cui anche gli spazi verdi sono l’opera dell’uomo che ha progettato, seminato, piantato, creato giardini e parchi.

Le città rispondono al bisogno dell’uomo di vivere insieme avendo a disposizione tutti i servizi per una migliore qualità di vita.

Possono sorgere le città sulle colline, lungo i fiumi, vicino alle insenature e golfi, vicino ai laghi oppure in pianura.

Gli elementi della città sono:

  • il centro storico;
  • i quartieri residenziali
  • periferia con la zona commerciale e la zona industriaIMG_4456IMG_4458IMG_4457Copia di File_000-148.jpegFile_000-148IMG_4459Il centro storico è il nucleo iniziale della città, la parte più antica, con all’interno il Duomo, il castello o la torre e i palazzi principali come il municipio, il tribunale, i musei.

Spesso nel centro storico le strade sono strette e tortuose, a senso unico oppure chiuse al traffico e dichiarato isola pedonale.

Vicino al centro si trovano i quartieri circostanti residenziali, ognuno con dei sevizi per i cittadini come: negozi, uffici, scuole, ospedali, parchi. Le strade sono più larghe, con marciapiedi ampi, affiancate da palazzi a più piani.

La parte più lontana al centro è la periferia, spesso suddivisa in tre zone distinte: 

  • zona residenziale con condomini e villette e centri sportivi; alcuni quartieri per le loro dimensioni, possono formare una città a sé.
  • zona commerciale con i supermercati, magazzini e parcheggi:
  • zona industriale, con i capannoni e le fabbriche. Nella zona industriale si trovano spesso gli aeroporti e gli svincoli autostradali.

La città è composta di spazi privati e di spazi pubblici. Per spazi privati si intendono le abitazioni, gli appartamenti, le case dove vivono una o più persone.

Gli spazi pubblici sono gli spazi di cui possono fare uso tutti i cittadini. Sono luoghi di incontro o di svago come le vie, le piazze, i giardini; la biblioteca, lo stadio, gli impianti sportivi, le piscine, nonostante siano spazi pubblici, hanno orari di apertura e chiusura stabiliti e regolamenti interni.

I servizi 

La città offre molti servizi per soddisfare i bisogni degli uomini.

I mezzi di trasporto permettono di spostarsi al suo interno e tra centro e periferia.

L’uomo si sposta in città con diversi mezzi di trasporto come automobili, metropolitana, tram, bus.

Le città più grandi hanno mezzi di comunicazione veloci come la metropolitana, che viaggia sottoterra, collega tra loro le varie parti della città evitando il traffico di superficie.la metropolitana

Le vie di comunicazione sono elementi antropici che rispondono al bisogno di trasportare velocemente persone e merci.

Le autostrade sono lunghe strade che collegano le città o stati a scorrimento veloce, con due carreggiate, separate a senso unico di marcia, ciascuna con numerose corsie. autostradePer oltrepassare vallate, montagne, fiumi vengono costruiti viadotti viadotti, galleriegallerie e pontiponti.

Le ferrovie ferroviesono delle “vie di ferro” su cui possono circolare solo i treni. Lungo il percorso si trovano le stazioni stazione ferroviariadove salgono e scendono i passeggeri e vengono caricate e scaricate le merci.

Gli aeroporti aeroporto.pngsono strutture che modificano totalmente un paesaggio per costruire piste di atterraggiopiste di atterraggio.png, hangar, officine, terminal terminal.pnge collegamenti con le città.

La metropolitana è un sistema di trasporto, con conducente o automatica, prevista di gallerie sotterranei, che collegano il centro con la periferia di una città.

Le metropolitane possono avere tanto percorsi sotterranei metropolitana bsquanto sopraelevatimetropolitana; la rete metropolitana può estendersi fino al limite del centro cittadino oppure raggiungere i sobborghi limitrofi.

Nelle città si trovano i servizi che riguardano la salute come gli ospedali, gli ambulatori, le case di cura.

I servizi per l’educazione sono rappresentati da scuole, musei, università mentre i luoghi di cultura e svago sono i teatri e i cinema.

Nelle città ci sono servizi amministrativi come i tribunali e gli uffici comunali.

La città è un centro importante di attività economiche. La banca permette la circolazione e lo scambio di denaro. L’ufficio postale permette di inviare messaggi e oggetti, pagare le bollette e versare del denaro.

Nel tribunale i giudici e i magistrati devono applicare le leggi dello stato. Nell’ospedale vengono ricoverate le persone bisognose di cure mediche o vengono prestate le cure del primo soccorso, grazie anche all’aiuto delle ambulanze che si recano nel luogo delle chiamate urgenti.

Il comune o il municipio fornice al cittadino le informazioni di cui ha bisogno. Nel comune si registrano le nascite o le morti, la costruzione di nuovi edifici e negozi, si gestiscono gli spazi pubblici.

Per la soddisfazione dei bisogni relativi all’alimentazione e all’abbigliamento sono stati creati grandi centri commerciali che forniscono cibo, vestiti e molto altro. La presenza dei negozi insieme permette di risparmiare il tempo a chi ha poco o di trascorrere il tempo, inserendo all’interno ristoranti e spazio gioco per i bambini.

Il problema maggiore della città è l’inquinamento prodotto dal traffico e dalle industrie.

Vivere in città offre molte possibilità di trovare un lavoro e incontrare nuove persone. Sta a noi, con i nostri comportamenti di tutti i giorni, di renderla più vivibile, pulita e tranquilla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...