Il metodo scientifico-classe terza(work in progress)

sostanze

“È sciocchezza cercar filosofia che ci mostri la verità di un effetto, meglio che l’esperienza e gli occhi nostri.” GALILEO GALILEI

 

Disciplina: scienze

Classe: terza

Contenuti

–  Che cosa è la scienza

–  Gli aiutanti dello scienziato

–  Gli strumenti degli scienziati

–  Il metodo sperimentale

– Galileo Galilei

-Scienziati famosi (curricolo interculturale)

 

Traguardi per lo sviluppo di competenzegpals

L’alunno sviluppa atteggiamenti di curiosità e modi di guardare il mondo che lo stimolano a cercare spiegazioni di quello che vede succedere.
Esplora i fenomeni con un approccio scientifico: con l’aiuto dell’insegnante, dei compagni, in modo autonomo, osserva e descrive lo svolgersi dei fatti, formula domande, anche sulla base di ipotesi personali, propone e realizza semplici esperimenti.

Obiettivitraguardi

Osservare, analizzare e descrivere fenomeni appartenenti alla realtà naturale e agli aspetti della vita quotidiana, formulare e verificare ipotesi, utilizzando semplici schematizzazioni e modellizzazioni.

Utilizzare il proprio patrimonio di conoscenze per comprendere le problematiche scientifiche di attualità e per assumere comportamenti responsabili in relazione al proprio stile di vita, alla promozione della salute ed all’uso delle risorse.

Brainstorming

Cosa studia la scienza?

-Studia i carnivori, i semi, i frutti(S.G.);

-Come vivono gli animali(D.A.);

-Studia gli ambienti(L.P.);

-studia l’inquinamento(M.P.);

-studia la natura(F.B.);

-I liquidi(G.X.);

-i solidi, i liquidi e i gas(E.V.);

-studia gli alberi(S.M.).

Chi è lo scienziato?

-una persona che studia tutte le cose(M.Z.);

-un uomo che osserva le cose per scoprire il significato(D.A.);

-dà informazioni alle persone per la vita di tutti i giorni(N.C.);

-un uomo che studia le piante, gli animali, le persone. Gli scienziati vanno in giro per sentire come sono fatte le cose…le spezza per vedere cosa c’è dentro(F.B.);

La scienza è lo studio di tutte le cose, viventi e non viventi, che ci sono sulla Terra e nell’Universo. La scienza studia anche i fenomeni naturali fisici e chimici (elettricità, cambiamenti di stato della materia, propagazione del suono, terremoti…).
Gli studiosi della scienza si chiamano scienziati.

Lo scienziato è una persona curiosa, cerca di rispondere alle domande che si pone, cerca di dare delle spiegazioni, vuole conoscere il mondo che lo circonda.

L’oggetto di studio dello scienziato sono i fenomeni, cioè tutto ciò che può essere osservato e analizzato attraverso i cinque sensi quindi grazie a una conoscenza diretta.

IMG_6076IMG_6075IMG_6172

Gli studiosi delle scienze

-Il botanico studia le piante.
– Lo zoologo studia gli animali.

-Il fisico-studia i fenomeni del mondo degli oggetti e le loro leggi.

– Il chimico studia le sostanze presenti in natura.
– Il geologo studia il suolo, i minerali e le rocce.

-Il meteorologo studia i pianeti e le stelle.
– L’astronomo studia le stelle e i pianeti.

IMG_6094IMG_6174

Domande da scienziati

Chiedo ai bambini se ci sono le domande che vorrebbero fare agli scienziati.

-perché piove?

-perché cadono le foglie degli alberi?

-c’è vita nello spazio?

-perché tutte le cose cadono in basso?

-perché arriva la notte?

-perché arriva l’inverno?

-com’è nata la Terra?

-com’è nato il Sole?

IMG_6366IMG_6371IMG_6180

Gli strumenti dello scienziato

– La bilancia: misura il peso.bilancia

– Il binocolo: osserva cose lontane.binocolo

-L’anemometro-misura la velocità del vento.anamometro

-Il sismografo-usato per registrare i fenomeni sismici.sis

-I contenitori graduati e le provette per misurare i liquidi usati negli esperimenti.provette 2

-Lo stetoscopio-strumento medico per ascoltare i suoni provenienti dal nostro organismo.stetoscopio

-L’igrometro-per misurare l’umidità nell’aria.igrometro

– Il computer: archivia ed elabora i dati.
– La lente di ingrandimento: ingrandisce piccole cose.lente
– Il microscopio: ingrandisce cose invisibili all’occhio.

microscopio
– Il termometro: misura la temperatura.

 

 

 

 

 


– Il telescopio: permette di avvistare corpi celesti molto lontani.telescopio

IMG_6419IMG_6373IMG_6368

IMG_6883Gli scienziati, per dare una spiegazione ai fenomeni naturali, non si fermano solo a osservare ciò che accade ma seguono un metodo preciso. Essi studiano seguendo un procedimento di studio che si chiama Metodo Scientifico Sperimentale. Si chiama SPERIMENTALE perché lo scienziato verifica le sue ipotesi facendo ESPERIMENTI.

  • Osservazione e descrizione del fenomeno: il fenomeno deve essere osservato con i cinque sensi e gli strumenti adatti e poi descritto con attenzione.
  • Formulazione di una domanda: dall’osservazione del fenomeno scaturisce la domanda.
  • Ricerca sui lavori già eseguiti sul fenomeno che si sta considerando: ogni volta che uno scienziato vuole studiare un nuovo argomento, deve leggere tutti gli studi che altri scienziati hanno realizzato. Se non si trova nulla si passa alla fase successiva.
  • Formulazione di un’ipotesi: per rispondere alla domanda fatta si formula un’ipotesi.
  • Controllo sperimentale dell’ipotesi: la fase più importante della ricerca scientifica è l’esperimento, cioè la prova che può confermare l’ipotesi oppure negarla. Nel secondo caso bisogna formulare un’altra ipotesi e ritentare.
  • Analisi dei risultati: i dati raccolti si analizzano e si confrontano tra di loro.
  • Elaborazione di una legge: quando l’esperimento ha confermato l’ipotesi si può formulare e pubblicare la legge. Se la conclusione coincide con l’ipotesi lo studio è finito.

Metodo scientifico esempio

Osservazione: Osservo che la matita galleggia.

Domanda: Tutti gli oggetti galleggiano?

Ipotesi: Tutte le cose galleggiano.

Esperimenti: Metto in acqua più oggetti e registro i risultati.

Analisi dei risultati: la matita galleggia, il temperino e la moneta di 1 euro affondano.

Conclusione: non tutti gli oggetti galleggiano.

IMG_7120

IMG_7119

  • IMG_7140

IMG_7287

IMG_6340

IMG_6341

Mappa concettuale

IMG_7141

Scienziati famosi

Margherita Hack (1922-2013) è stata la prima astronoma italiana a dirigere l’Osservatorio Astronomico di Trieste.

Margherita Hack si iscrisse inizialmente alla facoltà di Lettere poi si trasferì a studiare Fisica, scegliendo la materia che suscitava maggiormente il suo interesse.

Agli inizi del 1955 si trasferì in Olanda, a Utrecht – sede di una prestigiosa scuola di fisica solare– in quanto vincitrice di una borsa di studio per un soggiorno di sei mesi presso il CNR.

Alla fine del 1955 Margherita Hack ottenne una borsa “Fulbright” per il viaggio e una borsa “SmithMundt” per un soggiorno presso il dipartimento di astronomia dell’università di Berkeley.

“L’astronomia ci ha insegnato che non siamo il centro dell’universo, come si è pensato a lungo e come qualcuno ci vuol far pensare anche oggi. Siamo solo un minuscolo pianeta attorno a una stella molto comune. Noi stessi, esseri intelligenti, siamo il risultato dell’evoluzione stellare, siamo fatti della materia degli astri”.

margherita Hack

Marie Curie (1867-1934), il nome vero era Maria Sklodowska, di origine polacca, vinse un premio Nobel per la fisica e per la chimica.

Dopo aver lavorato come istitutrice in una famiglia polacca, nel 1891 si iscrisse all’università Sorbona di Parigi, dove si laureò in fisica e matematica.

marie curie

Charles Darwin (1809-1882) fu un biologo e un naturalista britannico, famoso per gli studi sull’evoluzione delle piante e animali.

charles Darwin

Albert Einstein (1879-1955) è stato il fisico più famoso di tutti i tempi. Ricevette il premio Nobel per la fisica nel 1921. Di origine tedesca visse in Svizzera dove insegnò fisica a Zurigo, quando assunse anche la cittadinanza svizzera, poi a Praga. Nel 1933, mentre Einstein stava visitando gli Stati Uniti, Adolf Hitler salì al potere. A causa delle sue origini ebraiche, Einstein non fece ritorno in Germania e nel 1940 diventò un cittadino statunitense. Nel 1934 il governo nazista della Germania gli tolse la nazionalità tedesca e confiscò tutti i suoi beni.

einstein

Dmitrij Mendeleev (1834-1907) è stato un chimico russo che ha realizzato la tavola periodica degli elementi.

mendeleev

Guglielmo Marconi (1874-1937) è stato un fisico italiano che ha ricevuto il Nobel per l’invenzione del telegrafo.

marconi

Rita Levi Montalcini (1909-2012) è stata una neurologa di fama internazionale, vinse il premio Nobel per la medicina nel 1987. In seguito alle leggi razziali del 1938 in quanto ebrea, Rita fu costretta a emigrare nel marzo del 1939 in Belgio, poi negli Stati Uniti dove continuò gli studi sul sistema nervoso presso Washington University dove venne nominata nel 1956 professoressa ordinaria di zoologia. Rimase negli Stati Uniti  fino al suo pensionamento, avvenuto nel 1977.

rita levi montalcini

Isamu Akasaki, Hiroshi Amano e Shuji Nakamura, sono dei fisici giapponesi contemporanei che hanno ricevuto nel 2014 il Nobel per la fisica per aver realizzato un sistema di illuminazione a luce bianca a basso consumo.

japan

Charles Kuen Kao(1933-2018) è un ingegnere e fisico cinese che ha ricevuto il Nobel nel 2009 per aver inventato le fibre ottiche nella trasmissione telefonica, tanto da guadagnarsi il titolo di padre delle fibre ottiche. Nato a Shanghai nel 1933, compì i suoi studi in Inghilterra dove ottenne nel 1957 la laurea in ingegneria elettrica all’Imperial College di Londra.

kao

Luis Pasteur (1822-1995) fu un chimico, biologo e microbiologo francese che inventò numerosi vaccini salvando la vita a milioni di persone. Inventò un metodo per ridurrei effetti dei batteri sugli alimenti, chiamato pastorizzazione. E’ stato professore di fisica al liceo di Digione nel 1848, l’anno successivo divenne professore di chimica all’Università di Strasburgo.

luis pasteur

IMG_7387

IMG_7388

“Con lo sviluppo dei linguaggi e delle capacità di comunicazione, i ragazzi dovrebbero saper descrivere la loro attività di ricerca in testi di vario tipo (racconti orali, testi scritti, immagini, disegni, schemi, mappe, tabelle, grafici, ecc.) sintetizzando il problema affrontato” Indicazioni Nazionali

Svolgi una breve ricerca su uno scienziato presentato in classe.

verifica scienze

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...